viale Trieste, 19 33170 PORDENONE (I) tel. e fax ++39 0434 552174 c. 3388894652 laroggia@tin.it

 

HOME

ANNALE

ARTISTI

CALENDARIO

SEDE

STORIA

VETRINA

COLLETTIVO LINEACONTINUA

PASSEGGIATE ITALIANE

PASSEGGIATE EUROPEE

MESSA A FUOCO

rassegne di fotografia

 

COLLETTIVO LINEACONTINUA

 

TERRA DI LAVORO

 

 

INTERVENTI NELLA SCUOLA

 

Aversa 1, Aversa 2, Pesce d'aprile, SalernoSan Leucio (CE), Santa Maria Le Grotte.

 

1 aprile 1978 Aversa - Liceo Artistico  Pesce d’aprile

 

L'impegno del Collettivo a lavorare nella direziona dell'interrelazione tra attività didattica ed operatività estetico-politica era diventato anche più marcato, al punto che gli operatori-docenti cercavano di ottenere il massimo coinvolgimento possibile degli aggregati-discenti, elaborando con loro in aula gli interventi, guidandoli nell'analisi del territorio e sollecitandoli all'azione estetica nel sociale.

Parallelamente - nella convinzione della necessità di un impegno più totale ed incisivo nella scuola - gli operatori svolgevano la loro attività politico-sindacale anche all'interno delle strutture scolastiche, facendosi parte attiva delle esperienze e delle iniziative di democratica partecipazione alla gestione della vita scolastica, sia nei grandi momenti di battaglia politica e ideale (elezioni degli organi collegiali, ad esempio) sia nella quotidianità dell'impegno didattico.

In occasione del 1» aprile, nel Liceo Artistico di Aversa era stata proposta un'altra animazione con gli studenti, con la realizzazione di grossi pesci, in plastica o in ferro, recanti scritte polemiche che presentavano come «pesce d'aprile» fatti come la «Questione Meridionale», la «Riforma Sanitaria» ecc.; altri pesci ritagliati nella carta, facevano riferimento a tanti altri «pesci d'aprile» affissi dovunque.

L'operazione era stata presentata nel volantino:

OPERAZIONE PESCE D'APRILE AD AVERSA!!

GLI STUDENTI DEL LICEO ARTISTICO DI AVERSA IN COLLABORAZIONE CON IL COLLETTIVO LINEACONTINUA TERRA DI LAVORO, ED ALTRI DOCENTI DELLO ISTITUTO, HANNO PREPARATO, IN OCCASIONE DEL 1° APRILE, UN'OPERAZIONE DIDATTICA - ALLEGORICA - SOCIALE, CHE SI REALIZZA CON UN' ANIMAZIONE GESTUALE A PARTIRE DALL'ISTITUTO E CHE PROSEGUIRÀ1 ANCHE FUORI DI ESSO.

CON QUESTO TIPO DI ANIMAZIONE SI INTENDE SENSIBILIZZARE L'INTERA STRUTTURA SCOLASTICA E LA CITTADINANZA SU IPOTESI DI ISTRUZIONE ALTERNATIVA, CHE VUOLE ESSERE SEMPRE COLLEGATA ALLA NOSTRA REALTA' E AI NOSTRI PROBLEMI,

c.i.p. AVERSA lì 1° Aprile 1978

L'intento .era di coinvolgere la città nell'operazione; ma agli alunni fu impedito di uscire dall'Istituto e la protesta fu espressa in un volantino di cui si è perso traccia:

Ancora repressiva la Scuola ad Aversa Nel Liceo Artistico di Aversa era stata programmata (per suggerimento del Collettivo Lineacontinua-Terra di Lavoro, su iniziativa della maggior parte degli alunni e con l'adesione di molti docenti) una iniziativa didattico-allegorico-sociale da realizzare il 1° aprile per agganciarsi in maniera alternativa alla tradizione popolare della celebrazione, stimolando il senso di creatività degli alunni e cercando un rapporto concreto ed incisivo con la realtà sociale esterna, sulla linea di una corretta e moderna interpretazione della didattica artistica. La manifestazione è stata prima boicottata e poi impedita dall'atteggiamento apertamente reazionario in primo luogo del direttore dell'Istituto che ancora una volta ha dato prova della sua gretta chiusura in schemi superati, anacronistici e repressivi.

Questo episodio dimostra chiaramente che non esiste - in alcune ben individuate forze - nessuna volontà di fare della didattica un momento di corretto rapporto con la realtà, di dare all'insegnamento contenuti vivi e partecipati: espone la scuola ad un ulteriore momento di pericolo, chiudendola a qualunque funzione sociale e cercando di riportare una funzione importante (come quella che si esprime in un Liceo d'Arte che dovrebbe stimolare la creatività e l'attività ludico-sociale) nei termini del burocratismo, del dogmatismo, della repressione, dei contenuti sterili e stantii.

Contro questi tentativi si è levata la protesta degli alunni che hanno comunque dato vita all'iniziativa per la quale avevano a lungo e seriamente lavorato; e devono essere coinvolti il Consiglio di Istituto e le forze democratiche che in esso sono rappresentate ed espresse.

1° aprile 1978

II gruppo promotore